PAVIMENTAZIONI IN LEGNO MASSELLO
INFORMAZIONI SUL SISTEMA A COLLA

Sistema di posa a colla Junckers
Commerciale / Residenziale

C 1.3.2

 

C 1.3.2

 


Sistema di posa a colla Junckers

C 1.0 Informazioni generali
C 1.3 Informazioni sistema di posa a colla
C 1.3.1 Informazioni specifiche
C 1.3.2 Informazioni di posa 

Fig. 1

INTRODUZIONE

L’edificio e/o l’ambiente di posa deve trovarsi nelle condizioni climatiche adatte. Il sistema di riscaldamento deve essere gia’ stato installato e provato prima di iniziare le operazioni di posa a colla. Il sistema di riscaldamento deve essere in funzione. Tutti gli elementi in ghisa e cemento, il massetto e qualsiasi altro componente che influisce sull’umidità dell’ambiente (per esempio piastrelle, intonaci e applicazione di primer per i lavori di tinteggiatura) devono essere già stati posati prima di iniziare le operazioni di posa a colla.

L’umidità relativa nell’ambiente deve essere compresa tra 35% - 65% RH e la temperatura deve essere di 20° C. circa. Il massetto deve essere uniforme, livellato, fisso, pulito e sufficientemente asciutto, vedi seguente sezione 2. Per verificare se il massetto è sufficientemente asciutto è necessario usare un apposito strumento di controllo. In caso di massetti/sottofondi in legno il contenuto di umidità non deve essere superiore al 12%.

I listoni in legno massello dovrebbe posato immediatamente al momento della loro consegna nel luogo di posa. L’imballaggio dei listoni non deve essere rimosso se non al momento dell’inizio della posa, in modo da evitare che i listoni si siano già acclimatati.

N.B.: Leggere attentamente queste istruzioni prima di iniziare la posa. In caso di dubbi contattare il distributore Junckers prima di installare la pavimentazione.


Fig. 2

1. CONDIZIONI DEL MASSETTO/SOTTOFONDO

The sub-floor must be levelled to a tolerance of no more than 2 mm gap showing under a 1.5 m straight edge (UK: No more than a 3 mm gap showing under a 2 m straight edge).

The surface must be smooth with no roughness. Local irregularities, e.g. above day joints, must be levelled.

To ensure a sufficiently firm and clean surface for optimum adhesion the subfloor should be filled or sanded prior to laying. 


Fig. 3

2. CONDIZIONI DEL MASSETTO/SOTTOFONDO

Prima di iniziare la posa dei listoni assicurasi che il livello di umidità residua nel cemento non sia superiore a 75% RH.
N.B.: in caso di riscaldamento a pavimento dovrà essere applicata la barriera al vapore liquida Junckers e il sistema di riscaldamento non dovrà essere spento durante la posa dei listoni.

La superficie su cui verranno posati i listoni deve essere divisa in una griglia di quadrati di circa 5-10mq. cadauno. Le misurazioni devono essere fatte in ogni punto di intersezione della griglia usando, per esempio, un calibratore di umidità in modo da trovare le aree con i maggiori valori di RH. L’umidità residua nelle aree con maggior valore RH deve essere poi misurata usando un sistema di misurazione distruttivo, vedi scheda C 1.3. N.B.: è necessario avere una certa conoscenza e esperienza nella misurazione dei livelli di umidità per interpretare e valutare il contenuto di umidità della struttura. Per questo motivo alcune misurazioni dovrebbero essere fatte da un esperto o specialista.

IMPORTANTE: in caso di contenuto massimo di umidità residua eccedente, deve esser usata la barriera all’umidità liquida Junckers, vedi scheda H 6.5


Fig. 4

3. POSA CON IL SISTEMA A COLLA

Usare la colla Junckers. La colla deve essere applicata usando la spatola Junckers e lasciando uno strato sottile di colla sul pavimento. Impugnare la spatola con un angolazione inferiore a 45° e con il lato marcato con il numero 2 rivolto verso il basso.

Usare circa 0, - 0,6 l. per mq. a seconda della capacità di assorbimento, della struttura e della piattezza del massetto/sottofondo.

I massetti/sottofondi con un’elevata capacità di assorbimento devono essere pretrattati con la barriera all’umidità liquida Junckers per assicurare un’adesione ottimale.

Generalmente la colla è applicata su un’area equivalente a 3-4 file di listoni per volta e comunque mai in un’area superiore nella quale i listoni non possano essere posati entro 20-30 minuti prima che la colla inizi a essiccarsi.


Fig. 5

4. POSA E REGOLA 10-BM

Spingere i listoni nella colla (non secca) e posizionare gli spacers in ogni fila di listoni a una distanza di 900mm. max per rispettare la necessaria misura dei 10 listoni nota come 10BM.

Negli edifici nei quali l’umidità relativa massima dell’aria sarà di circa il 65% RH e in caso di sottofondo/massetto in cemento bisogna usare gli spacers da 0,4mm. (10 BM = 1294 = 1404 = 1854 mm.) In caso di massetto/sottofondo in legno bisogna usare gli spacers da 0,2mm. (10 BM = 1292 = 1402 = 1852 mm.). Negli edifici nei quali l’umidità relativa massima dell’aria è superiore a il 65% RH, vedi scheda C 1.3.1.

Durante le operazioni di posa assicurarsi che vengano usate spacers corrispondenti a 3m. indietro rispetto al senso di posa in modo che quando la colla si sarà sufficientemente essiccata sarà possibile riusare gli spacers usati precedentemente.

In casi di posa di listoni con bordo in neoprene usare la regola dei 10BM tenendo conto della sottile striscia in neoprene (10 BM = 1298 / 1408 / 1858mm.). In questo caso non dovranno essere usati gli spacers.


Fig. 6

5. POSA E SPAZI DI ESPANSIONE/DILATAZIONE

Spingere i listoni nella colla (non secca) e stringerli saldamente in modo che i listoni coprano una zona come da punto 4.

E’ necessario lasciare, in corrispondenza dei muri e di ogni altro elemento stabile, uno spazio di dilatazione di 1,5mm. per metro lineare nel senso della larghezza dei listoni su ogni lato (A) e di 1mm. per metro lineare nel senso della lunghezza alla fine di ogni fila (B), il tutto con un minimo di 12mm (Gran Betragna: 15mm).

Posizionare tra il muro e i listoni degli spacers o dei cunei provvisori per facilitare la creazione degli spazi di espansione/dilatazione.


Fig. 7

6. LISTONI E LISTELLI

Posare i listoni in ordine casuale. Distribuire le testate dei listoni distanziandoli il più possibile. Tuttavia, la distanza (A) tra le testate dei listoni di due file successive deve essere di almeno 250 mm.

Le testate dei listelli di una fila di listoni non devono essere allineate con le testate dei listelli della fila adiacente, ma devono essere distribuiti il più lontano possibile (50mm min).

Tagliare l'ultima fila di listoni in modo da ottenere uno spazio di espansione della dimensione prescritta in corrispondenza del muro.

Utilizzare utensile idoneo (B) per inserire in posizione l'ultimo listone. Prima di procedere al montaggio del battiscopa, rimuovere gli spacers e i cunei temporaneamente inseriti.


Fig. 8

7. VARIE

In prossimità di tubi, eseguire un foro nel listone per permettere l'inserimento del tubo. Lo spazio intorno al tubo deve essere uguale allo spazio di espansione vicino al muro. Tagliare a cuneo rastremato, in modo che possa essere incollato. Coprire lo spazio con l'apposito profilo tubo radiatore Junckers.

In prossimità dei telai di porte e delle architravi, tagliare la base del telaio o dell'architrave per consentire lo scorrimento dei listoni.

In prossimità della soglia, lo spazio di espansione può essere coperto con un’apposita soglia a strip o, in casi di altezze diverse, con una rampa.

keyboard_arrow_up picture_as_pdf